Italiano  Inglese

Portale Ufficiale del Turismo della Provincia di Rovigo


25-Via delle valli - Rosolina
Sei in: Home / Località / Adria
Torna all'inizio

Adria



Visualizza Adria in una mappa di dimensioni maggiori

Adria

La visita di Adria - centro tanto importante da dare il nome al Mare Adriatico - offre un indimenticabile itinerario fra archeologia, storia, arte, cultura, tradizioni e gastronomia. La sua origine è antichissima e risale al VI sec. a.C., quando era un villaggio situato in riva al fiume Po, a breve distanza dalla foce e dal mare, in posizione strategica. Grazie a tale posizione, Adria è diventata il più antico scalo commerciale greco nell'Alto Adriatico.

Il centro storico si snoda lungo Corso Vittorio Emanuele II, la storica Contrà Maggiore o Strada Grande, da sempre per gli adriesi un salotto e un vitale, animato punto di ritrovo.

Adria canaleDappertutto, nelle vie, nelle piazze, nei palazzi signorili, nell’atmosfera che circola per i vicoli lunghi e stretti, nella vera da pozzo su larghi mattoni squadrati in Piazzetta Oberdan e nelle riviere sul Canalbianco, si respira un’antica impronta di venezianità. Oltre due secoli di dominazione della Serenissima hanno lasciato infatti ovunque segni tangibili, che rendono la passeggiata per le strade e le riviere di Adria davvero piacevolissima e carica di suggestioni.

Ma il visitatore può anche apprezzare i luoghi di culto e di preghiera (dalla Cattedrale alla Basilica della Tomba e alla chiesa di S. Andrea) e la radicata vocazione musicale testimoniata oggi dal Conservatorio di Musica “A. Buzzolla”, ospitato nella bella Villa Mecenati, dall’importante Teatro Comunale affacciato sul Canalbianco, dal Teatro Ferrini e dal Cinema-Teatro Politeama, che offrono sempre ricchi calendari di spettacoli ed iniziative culturali di prim’ordine.

E non mancano le specialità gastronomiche: Adria offre prodotti di pregio quali l’aglio, la dolce “patata americana”, la fragrante ciabatta polesana, la “bondola” (saporito insaccato), la “bissòla” (dolce tipico dell’Epifania), l’“esse” adriese (ciambella pasquale).